OSSIGENO-OZONOTERAPIA SISTEMICA

La OOS – Ossigeno-Ozonoterapia Sistemica, consiste nel prelievo di una certa quantità di sangue dal paziente, nella sua miscelazione in un tempo ben definito con una quantità adatta di O2 – O3 ad una precisa concentrazione e quindi nella reinfusione nello stesso paziente: non si tratta pertanto di una emotrasfusione, bensì di una emodiluizione a circuito chiuso con reinfusione. In tal modo il sangue venoso viene riossigenato con conseguente aumentata elasticità della parete dei globuli rossi, maggior capacità di legare ossigeno e di distribuirlo nei tessuti, penetrando meglio nei capillari più piccoli e apportando ossigeno in distretti carenti o non più ossigenati direttamente. La durata della seduta è di circa 30 minuti.

I BENEFICI LATENTI DELLA OOS

L’emodiluizione ozonizzata si traduce in uno stimolo alla neoangiogenesi, vale a dire alla formazione di nuovi vasi sanguigni. Contemporaneamente si liberano sostanze particolari (interleuchine, citochine, interferone, ecc.) che determinano un input importante sul sistema immunitario con conseguente sua modulazione.  Da quanto esposto si possono evincere quelle che sono le principali indicazioni:

– malattie con deficit di ossigenazione: anemie, diabete, aterosclerosi, Parkinson, osteoporosi, artrosi, patologie vascolari, morbo di Raynaud, ulcere torpide, insufficienza arteriosa periferica, coronaropatia, degenerazione maculare, distacco retinico, astenia, sindrome da stanchezza cronica;

– malattie con deficit immunitario: epatiti virali, epatiti croniche attive, acne, afte, foruncolosi, ecc.;

– malattie da alterazione immunitaria (necessitano di azione regolatrice e modulante): allergie, intolleranze alimentari, collagenopatie, malattie autoimmuni;

– terapia antinfiammatoria, antalgica, reologica (riattivante il microcircolo), antiage, antibatterica, fungicida, antivirale, antiossidante.

Controindicazioni O2 – O3 terapia sistemica

Favismo (deficit di G6PD eritrocitario)
Ipertiroidismo graveIpertensione arteriosa (>160)
Gravi aritmie cardiache
Gravidanza
Gravi malattie ematologiche e/o respiratorie in fase di scompenso

I BENEFICI MANIFESTI DELLA OOS

Il potere naturale virucida, battericida e fungicida dell’ozono determina alcuni effetti tangibili e visibili a livello cutaneo straordinari.

Qui sotto, un décolleté colpito da pitiriasi versicolor, un’infezione da funghi cutanei che tende a peggiorare, anziché migliorare, con l’abbronzatura. La pitiriasi, infatti, non subisce pigmentazione: questo significa che le macchie bianche da fungo tendono a restare chiare, mentre l’area circostante si colora, rendendo ancora più evidenti le discromie.

Le immagini mostrano la situazione prima e dopo DUE SOLE SEDUTE di OOS, in combinazione con insufflazioni rettali di ozono: le antiestetiche macchie sono scomparse, NONOSTANTE l’esposizione al sole.

PREPARAZIONE ALLA OOS

Il paziente interessato ad intraprendere un ciclo di sedute di OOS dovrà presentarsi presso il nostro studio a digiuno, su appuntamento, e sottoporsi ad un’osservazione Emodiagnostica Microscopica per verificare i requisiti di accesso.

Qualora il “vetrino” ne confermi la fattibilità, il medico prescriverà al paziente un ciclo di terapia personalizzato; di consueto, si consiglia una frequenza settimanale in sede di prima esposizione, per poi passare a sedute una tantum. Resta inteso che ciascun paziente è a sé, pertanto saranno valutate quantità e frequenza delle sedute secondo esigenze e prescrizione del medico.

TRATTAMENTO DELLA PITIRIASI

PRIMA E DOPO UN CICLO DI SEDUTE DI OOS

Insufflazioni

Si effettuano insufflazioni rettali e vaginali con ozono mediante un piccolo sondino nel trattamento di disbiosi intestinali, rettocolite ulcerosa, candida.